Arenaria: MAQAM

8,00

MAQAM, il secondo lavoro discografico della band ARENARIA si ispira al concetto espresso da questa parola araba, appunto maqam, che definisce il modo o la modalità a cui il musicista si riferisce nel suo discorso musicale e ne sviluppa il senso melodico. In questo lavoro, in una maniera o in una altra, i brani si lasciano ispirare liberamente da questi “modi” a cui sono abbinati anche una serie di taksim, ovvero di altrettante libere introduzioni ai brani che, tra melodie, ritmi e atmosfere anticipano e preparano il terreno per l’ascolto di ciascuna traccia.

COD: DL01-1 Categoria: Tag: , , ,

Descrizione

ARENARIA, la formazione ideata e condotta da Mario Crispi (già conosciuto come Agricantus), ai fiati arcaici ed etnici, e con Enzo Rao al violino, Maurizio Curcio al Chapman Stick e Carmelo Graceffa alla batteria, da alla luce MAQAM, secondo lavoro discografico della band, dopo M.A.E.R.E.A.M. prodotto nel 2018, sempre da Formedonda.

Sette brani composti da Crispi, ma totalmente condivisi nello spirito e nell’interpretazione dagli altri membri del gruppo, che personalmente, perseguono, ciascuno in maniera diversa ed originale, altre declinazioni di una musica mediterranea ed insulare legata a tradizioni orali, sedimentazioni musicali e influenze di linguaggi espressivi antichi e moderni. I brani si dipanano quindi tra un groviglio di influenze che “dal Mediterraneo in poi” annullano qualsiasi confine di sorta, costruendo, ri-costruendo e miscelando territori musicali e culturali.

La band, ispirandosi al concetto di maqam, ovvero di modo o modalità a cui, in una maniera o in una altra i brani si rivolgono, segue ed esegue, attraverso la propria interpretazione, una serie di taksim, ovvero di altrettante introduzioni ai brani che, tra melodie, ritmi e atmosfere anticipano e preparano il terreno per l’ascolto di ciascuna traccia.

La scelta di “Maqam” come titolo dell’album, si basa anche sulla sua palindromia, tipologia che sta iniziando a caratterizzare i nomi della produzione discografica della band, e che vuole riferirsi a quella circolarità magica data dalla lettura polidirezionale tipica di culture antiche ed ancestrali, partendo proprio dall’assonanza di segni grafici e sonori pronti a essere utilizzati come fonte di ispirazione e di senso.

Duduk armeno, hulusi cinese, bansuri indiano, ney persiano, caval rumeno, tra gli strumenti con cui Crispi si cimenta per costruire quei paesaggi musicali e che, affiancati dalle sonorità del violino di Rao, dalle articolate figurazioni ritmico-armoniche di Curcio, e dalle tessiture percussive di Graceffa, descrivono in maniera atemporale la scansione di epoche e spazi sonori.

Il disco sarà pubblicato in formato digitale per la diffusione on line e a tiratura limitata per la produzione su supporto fisico.

Data di pubblicazione, 30 settembre 2020.

Share

×

MAQAM

brano

Titolo

durata

01

Bayati Shuri (taksim)

01:32

02

Anatolia

05:32

03

Buselik (taksim)

01:47

04

Andante

03:45

05

Bayat e Esfahan (taksim)

02:05

06

Rispusterie

05:12

07

Rast (taksim)

01:52

08

Marea

05:32

09

Bayat Hussaini (taksim)

01:58

10

Epigraph

04:45

11

Hijaz (taksim)

02:09

12

Europe

05:12

13

Jins Nahawand (taksim)

01:42

14

Minimalia

06:32

Totale

47:14

 

 

Crediti:

Album: MAQAM
artista: ARENARIA
anno pubblicazione: 2020
data: 30/09/2020
produzione: Formedonda © ℗ – Italia 2020
registrato
e missato nel mese di settembre 2020 presso: Onda Sonora Studio (Monreale)
missaggio:
Maurizio Curcio

Composizioni di
Mario Crispi: 02-04-06-08-09-10-12-13-14
Enzo Rao:
01- 05
Maurizio Curcio:
07-11
Carmelo Graceffa:
03

Testi: Mario Crispi
Società distribuzione digitale: iMusician Digital AG –
codice: 4061798754199
ISRC: CH-654-16-43036

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Arenaria: MAQAM”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.